Artedo - Ente Accreditato MIUR adeguato alla Direttiva 170/2016


teatro - Artiterapie Italia

  • Corso di Formazione in Teatroterapia

    Ogni essere umano vive la sua esperienza terrena sul palcoscenico della vita. Ma chi ha calcato quelli teatrali può condividere la sintesi shakespeariana:
    “Il teatro possiede la terribile e indipendente capacità terapeutica di demistificare gli intrighi e le illusioni che intessono la nostra esperienza: è dunque indispensabile per un vivere autentico”. (W. Shakespeare)

    Che cos'è la Teatroterapia?

    L’attività teatrale è un grande strumento per favorire la consapevolezza dentro di noi e nella relazione con il mondo. La Teatroterapia parte da questo assunto attingendo alle tecniche teatrali per accompagnare l'utente in un percorso di conoscenza e trasformazione di sè attraverso la messa in scena dei propri vissuti, a partire dalle proprie emozioni e da come queste sono espresse nei gesti del corpo. E' incentrata sull'uso creativo dell'immaginazione e sull'uso espressivo della dimensione corporea, ed implica una presa di coscienza ed educazione alla propria sensorialità, all'uso del proprio corpo e della propria voce. La Teatroterapia è definita come un processo pedagogico di crescita e sviluppo della persona, avente l’obiettivo di armonizzare il rapporto tra corpo, mente e spirito nella relazione con sè stessi e con gli altri.
    L’approccio teatroterapeutico si basa sull’esperienza del teatro del Novecento e sul lavoro dell’attore su se stesso, utilizzando le metodologie di Stanislavskij, Grotowski e Barba, pur attingendo a testi di tutte le epoche teatrali. In merito all’indirizzo psicologico, si riferisce alla psicoanalisi freudiana, a Jung per il lavoro sui sogni, sui simboli e sull’inconscio. Si considerano inoltre gli studi di Winnicott sul valore del gioco e i principi della psicoterapia dinamica (principalmente per quanto riguarda l’esplorazione dei diversi aspetti del Sé).

     

     

    Sei un insegnante?

    Artedo è Ente Accreditato MIUR ai sensi della Direttiva Ministeriale 90/2003 con decreto prot. AOODPIT.852 del 30/07/2015 e successivo adeguamento alla Direttiva 170/2016 e ti permette di usufruire del bonus insegnantiche prevede l'utilizzo della Carta del Docente di 500 € da spendere per scopi culturali e di aggiornamento professionale, per partecipare ad un laboratorio o iscriverti ad un qualsiasi corso di Arteterapia (Lab plus, Lab, Blending, MasterArtedo, Fad).

     

    L'offerta formativa di Artedo per il modulo di Teatroterapia prevede:

    • Corso quadriennale, triennale o annuale in Teatroterapia a seconda della scelta dell’allievo
    • Laboratori pratici di formazione
    • Supervisioni tecniche e cliniche (per i corsi Lab plus e Lab)
    • Percorso di tirocinio (per i corsi Lab plus e Lab)
    • Convegno annuale sulle Arti Terapie
    • Studio su piattaforma e-learning
    • Corsi Accreditati MIUR
    • Corsi QualificatI CEPAS, Ente per la Certificazione delle Professionalità e dei percorsi formativi, numero di Registro 130, Scheda SH241
    • Corsi in linea con la Norma Tecnica UNI 11592 che regolamenta la figura dei professionisti delle Arti Terapie

     

    Corso LAB PLUS da 1770 ore (pari a 885 ECP)

    • Durata: 4 anni
    • Laboratori pratici: 10 lab./anno per i primi tre anni
    • Supervisioni cliniche: 50 ore
    • Supervisioni tecniche: 50 ore
    • Settimana di formazione intensiva sulle tecniche di conduzione (IV Anno)
    • Preparazione all'esame di Certificazione per la convalida delle competenze a livello europeo (attribuzione coefficiente EQF ai sensi della Norma Tecnica UNI 11592)
    • Studio su piattaforma e-learning
    • Corso Accreditato MIUR
    • Corso Qualificato CEPAS, Ente per la Certificazione delle Professionalità e dei percorsi formativi, numero di Registro 130, Scheda SH241
    • In linea con la Norma Tecnica UNI 11592 che regolamenta la figura dei professionisti delle Arti Terapie
    • Partecipazione al Convegno annuale sulle Arti Terapie
    • Titolo finale: Attestato di Specializzaione Quadriennale in Teatroterapia

     

    Corso LAB da 1300 ore (pari a 650 ECP)

    • Durata: 3 anni
    • Laboratori pratici: 10 lab./anno
    • Supervisioni cliniche: 50 ore
    • Supervisioni tecniche: 50 ore
    • Studio su piattaforma e-learning
    • Corso Accreditato MIUR
    • Corso Qualificato CEPAS, Ente per la Certificazione delle Professionalità e dei percorsi formativi, numero di Registro 130, Scheda SH241
    • In linea con la Norma Tecnica UNI 11592 che regolamenta la figura dei professionisti delle Arti Terapie
    • Partecipazione al Convegno annuale sulle Arti Terapie
    • Titolo finale: Attestato di Specializzaione triennale in Teatroterapia

     

    Corso Blending da 640 ore (pari a 320 ECP)

    • Durata: 3 anni
    • Laboratori pratici: 4 lab./anno
    • Studio su piattaforma e-learning
    • Corso Accreditato MIUR
    • Corso Qualificato CEPAS, Ente per la Certificazione delle Professionalità e dei percorsi formativi, numero di Registro 130, Scheda SH241
    • In linea con la Norma Tecnica UNI 11592 che regolamenta la figura dei professionisti delle Arti Terapie
    • Partecipazione al Convegno annuale sulle Arti Terapie
    • Titolo finale: Attestato di Formazione triennale di Base in Teatroterapia

    Consigliato: per chi voglia accostarsi gradualmente alla Teatroterapia e voglia acquisire nuove conoscenze da coniugare con competenze pregresse nello svolgimento della propria professione. Percorso d’avviamento alla Professione di Teatroterapeuta e indicato per l'acquisizione di conoscenze e competenze di base.

     

    Corso FAD da 350 ore (pari a 175 ECP)

    • Durata: 3 anni
    • Studio su piattaforma e-learning
    • Corso Accreditato MIUR
    • Corso Qualificato CEPAS, Ente per la Certificazione delle Professionalità e dei percorsi formativi, numero di Registro 130, Scheda SH241
    • In linea con la Norma Tecnica UNI 11592 che regolamenta la figura dei professionisti delle Arti Terapie
    • Titolo finale: Attestato di Formazione triennale in Teatroterapia

     

    MasterArtedo da 200 ore (pari a 100 ECP)

    • Durata: 1 anno
    • Laboratori pratici: 4 lab.
    • Studio su piattaforma e-learning
    • Corso Accreditato MIUR
    • Titolo finale: Attestato di Formazione Annuale in Teatroterapia

    Consigliato: per chi voglia acquisire conoscenze di base in ambito teorico e pratico.

     

     

    Il modello di Teatroterapia Corporeo-Relazionale (TT C-R)

    Il modello di Teatroterapia Corporeo-Relazionale è incentrato sulla dimensione corporea e sociale dell’uomo in una visione unitaria ed olistica. In questo senso, il teatro diventa strumento terapeutico di gruppo con il fine di attenuare, o in alcuni casi risolvere, i condizionamenti limitanti la normale manifestazione delle capacità dell’individuo, sia nei suoi aspetti individuali che in quelli delle relazioni sociali. Il modello di TT CR utilizza il gioco, il movimento, la creatività e il comportamento prosociale come mezzi per costruire una cornice scenica all’interno della quale si attua il processo di cambiamento. Esso non muove dal modello psicologico incentrato sulla psicologia del personaggio, pur riconoscendo il territorio della psicologia e la sua diffusione nelle arti terapie. Il processo terapeutico, secondo il modello di TT CR, si realizza nella riappropriazione dell’individuo della corporeità espressiva e nella maturazione di nuove abilità sociali.

    La corporeità espressiva

    Il concetto di corporeità al quale il modello fa riferimento può essere ricondotto all’approccio filosofico fenomenologico–esistenzialistico di H. Husserl e M. Merleau Ponty. Il corpo, in questa chiave di lettura, acquista i caratteri del corpo vissuto determinato dal compenetrarsi degli elementi organici, psichici e spirituali.  Il corpo vissuto esprime le sfumature del rapporto tra le forze che percepiamo come interiori  che "spingono" per uscire e gli stimoli esterni. Ecco che esso diventa allora uno strumento fondamentale della conoscenza di sé (utili, a tal fine, le tecniche psicomotorie e psicocinetice adottate del Vayer e Le Boulch).
    La capacità espressiva permetterà la comunicazione corporea sviluppando un linguaggio comunicativo immediato ed accessibile a tutti attraverso il quale trasmettere sensazioni, sentimenti e stati emotivi. L’espressione corporea consentirà la riscoperta delle potenzialità della persona, lo sviluppo di nuove sensorialità percettive che permetteranno di ri-scoprire altri significati del movimento. Il valore terapeutico può essere visto nella libera esplorazione delle caratteristiche individuali più profonde e la ricerca di un accordo rigoroso con ciò che abbiamo di più universalmente umano.
    Per dirla con A. Artaud , il teatro è “uno stato che precede il linguaggio e può scegliere il proprio linguaggio–musica, gesti, movimenti, suoni”.

    Area socio-relazionale

    La TT CR è un’esperienza di gruppo, che può anche essere una “terapia” di gruppo, dove l’incontro è funzionale a vincere resistenze e rigidità, per capire le ragioni degli altri, per superare le diffidenze e gestire gli scontri. Il teatro, in mano all'operatore esperto, è una chiave per riconoscere ad ogni persona, anche la più difficile, il proprio valore, e, nello stesso tempo, non lasciarla prevaricare. Il teatro rimane, insomma, uno dei pochi ambienti in cui è possibile sperimentare le proprie potenzialità e le relazioni con l'altro, formare un gruppo e dare alle persone un senso di appartenenza e una comunione di intenti. È un territorio privilegiato per creare un ambiente culturale, vivere in società in modo più consapevole e accettare le nostre reciproche diversità. Il laboratorio teatrale dovrà realizzare la trasformazione del gruppo in comunità di persone che condividono emozioni e scopi. Basti pensare, in tal senso, all'idea di teatro come un incontro, nella sfumatura che gli attribuisce Jerzy Grotowski. L’approccio della TT CR promuove, nei laboratori, il comportamento prosociale inteso come azioni dirette ad aiutare o beneficiare un’altra persona o gruppo di persone, senza aspettarsi ricompense esterne (Mussen e Eisenberg). Ciò favorirà il generare una reciprocità positiva, di qualità, solidale nelle relazioni interpersonali o sociali. Il che contribuisce a stimolare lo sblocco delle risorse creative e la sana disinibizione, oltre all’accettazione di sé, proiettando l’individuo verso più ampi orizzonti nelle relazioni sociali.

     

    Potrebbe interessarti:

    Ottobre: laboratori di Arteterapia, Musicoterapia, Danzamovimentoterapia e Teatroterapia

    Danzabilità: Danzamovimentoterapia nel mondo disabile

    I gradini della crescita: attività arti terapica con gli insegnanti

    Il metodo Fux: un approccio pedagogico

    Musicoterapia e ritardo mentale

    Giugno 2017: Laboratori di Arti Terapie

    Il futuro professionale degli Arti Terapeuti di Artedo

    Pensieri ed emozioni post XIV Congresso Nazionale Artedo di Arti Terapie

     

     

Social

Siamo su tutti i Social Networks. Seguici con un Click

Contatti

Artedo - Polo Mediterraneo delle Arti Terapie e delle Discipline Olistiche
Viale Oronzo Quarta 24, 73100 Lecce

Sei qui: Home